Iscrizione Personale

Come lavorare in Allplan da remoto

E continuare un progetto da casa.

Piccoli studi con solo un posto lavoro Allplan e con l’esigenza di lavorare su progetti in località diverse, esempio “ho cominciato un progetto e voglio continuarlo a casa o da un altro sito” segui queste semplici istruzioni.

Prima di continuare leggi l’articolo che parla di come lavorare con file generici da remoto.

Attenzione è sconsigliato per studi con diversi posti di lavoro, per questo c’è il modulo Workgroup Manager che svolge egregiamente questa funzione.

Per lavorare in Allplan da remoto segui queste semplici indicazioni.

Installa Allplan in locale (nel tuo computer e su tutti i computer remoti) indicando, durante l’installazione, come percorso dei dati la cartella “Dropbox” o “Google Drive”, il percorso dovrebbe essere di questo tipo “C:\Utenti\<nome utente>\Dropbox\Allplan”, non prenderlo alla lettera ma solo come esempio, per chiarimenti leggi https://www.dropbox.com/it/help/desktop-web/locate-dropbox-folder.

Fatto questo se modifichi il progetto vedrai dopo pochi istanti o minuti in base alla dimensione del quadro di Allplan che stai lavorando, il progetto in remoto modificato.

Quindi se hai cominciato il progetto e vuoi continuarlo da casa, o farlo continuare da un tuo collega dal suo ufficio, segui queste indicazioni.

struttura drop-box

Questo sistema ha un grandissimo vantaggio anche in termini di sicurezza e backup, ipotizziamo di avere problemi fisici all’impianto informatico, o in caso d’incendio o furto, eventi così non del tutto così improbabili. I tuoi dati, che sono per il tuo business il bene più prezioso che hai, saranno sempre reperibili e aggiornati all’ultimo minuto, cosa che sistemi di backup tradizionali normalmente non fanno, anzi diciamo che la maggioranza dei professionisti neanche fa’ mai il backup.

Questo è anche un sistema veloce ed efficiente di backup e sicurezza, perché lavora in background senza che ti debba preoccupare di farlo manualmente, l’unica accortezza è che all’inizio, se hai molti dati da sincronizzare ti impegna per un po’ la banda internet, fino a che non sincronizza tutto, poi nel corso del lavoro quotidiano sincronizza solo i files e cartelle modificate naturalmente.

Molti dicono che questo sistema rallenti il processo di lavoro, questo non è vero perché la sincronizzazione viene fatta (se si collegato a internet) quando rilasci il quadro, in sostanza quando Dropbox sente che hai fatto qualche modifica ai files. Inoltre puoi lavorare anche senza il collegamento costante a internet perché la sincronizzazione la puoi fare appena ti colleghi.

Dimmi cosa né pensi e se hai altri consigli scrivilo.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.